Biografia - Antonella Orefice

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biografia

Nel panorama della cultura napoletana, Antonella Orefice (Napoli, 18.09.1967) si inserisce nel filone della saggistica storica di stampo crociano, anti-borbonico e filo-risorgimentale.
 
Scrittrice e dottore in Filosofia all'Università degli Studi di Napoli "Federico II", dal 1995 si occupa di studi di ricerca storica relativi al XVIII sec. napoletano e, particolarmente, alla Repubblica del 1799, pubblicando diverse monografie su fatti e protagonisti dell'epoca. La peculiarità delle opere della Orefice risiede nella riproduzione anastatica di documenti di archivio, per lo più inediti, che offrono al lettore ed allo studioso una ricchezza di informazioni tratte direttamente dalle fonti. Per il notevole contributo nella documentazione riprodotta, le opere "La Penna e la Spada" (2009) ed "Il Pantheon dei Martiri del 1799" (2012) hanno ricevuto il premio per la ricerca storica con la pubblicazione del lavoro da parte dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici.
 
Altre opere sono state pubblicate nelle collane di "Archivio Storico per le Province Napoletane" (Società Napoletana di Storia Patria), " Archivio per la storia delle donne" (Fondazione Valerio) e con il Patrocinio dell'Archivio Storico Diocesano di Napoli, prestigiosi Enti culturali del Mezzogiorno d'Italia con cui l'autrice attivamente collabora.
 
Nel 2011, con il patrocinio del Comune di Napoli, l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e la Società Napoletana di Storia Patria, la Orefice ha rifondato il "Nuovo Monitore Napoletano", di cui è Direttore, con l'ideale intenzione di dare una continuità al "Monitore Napoletano 1799", diretto da Eleonora de Fonseca Pimentel grande protagonista e martire della Repubblica Napoletana. Alla rivista mensile storico-culturale on-line collaborano docenti e storici da tutta Italia.
 
Numerosi articoli della Orefice sono presenti sia sul Nuovo Monitore Napoletano che sulla rivista internazionale Officinae.
 
 
L’impegno civico di Antonella Orefice e la passione profusa nella sua opera di ricerca sono stati premiati anche dal Comune di Napoli. Il Sindaco Luigi de Magistris e l'Assessore alla Cultura Gaetano Daniele, infatti, il 22 gennaio del 2016 le hanno conferito la Medaglia simbolo della Città ed un Attestato di Benemerenza.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu